Notice: La funzione add_theme_support( 'html5' ) è stata richiamata in maniera scorretta. Occorre passare un array di tipi. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.6.1.) in /home1/paesagg1/public_html/hl.museostorico.it/wp-includes/functions.php on line 5831
Home - HistoryLabOnDemand


  • Format

    Lezioni di storia

    Illustri storici si cimentano con la storia, fuori da ogni approccio specialistico e sempre inserendo i fatti narrati in diversi contesti: quello culturale ma anche politico, economico e sociale. Ogni relatore è stato scelto non solo per la sua competenza e originalità di pensiero ma anche per la sua capacità di parlare a un largo pubblico.
    Guarda
  • Format

    Quasi Maestri

    Un’indagine nella realtà di giovani che hanno deciso di svolgere un lavoro non proprio appartenente alla nostra epoca. Qualcuno si è ingegnato trovando soluzioni innovative per adattarlo tramite la tecnologia alla modernità, altri preferiscono invece seguire la tradizione. Il lavoro si fa quindi pretesto per conoscere una persona e la sua sfera più intima.

    Guarda
  • Format

    Dante Alighieri, che in mezzo a noi rivive

    Dal 1896 la statua di Dante caratterizza il parco davanti alla stazione di Trento. Partire da questo monumento per andare alla ricerca delle tracce dantesche in Trentino significa scoprire i valori che la figura del più grande poeta italiano ha assunto nelle varie epoche storiche per una terra di confine.
    Mentre i versi della Divina Commedia risuonano in luoghi simbolici, un gruppo di esperti ci guiderà attraverso storia, arte e politica.

    Guarda
  • Format

    History Lab Incontra…

    Un format che parla di incontri: quelli della redazione di History Lab con chi fa divulgazione in ambito storico e nelle discipline affini a livello nazionale e internazionale per raccontare passioni professionali e prodotti culturali.

    Guarda
  • Format

    Nel parco. Un viaggio tra le storie dell’Adamello Brenta

    Le Dolomiti di Brenta e l’Adamello non sono solo l’immagine imponente della Natura, ma sono anche un paesaggio culturale, che porta i segni delle attività dell’uomo. Non esiste una sola popolazione del Parco naturale Adamello Brenta, ma tante comunità diverse che lo vivono, quotidianamente, attraverso le professioni e le economie legate alla montagna, quelle di oggi e quelle di ieri. Nel Parco ci porta alla scoperta di questi luoghi attraverso la viva voce dei testimoni.

    Guarda
HistoryLabMagazine

Iscriviti alle Newsletter
Rimani aggiornato su notizie, opinioni, iniziative culturali e mostre.

Ultimi episodi

  • Lezioni di storia - Stagione 1 - Episodio 09

    Emilio Gentile. Rappresentazioni. La grande guerra degli artisti

    Aerei che sfrecciano nel cielo, modernissime navi d'acciaio, eliche che fendono l'aria e l'acqua; ma anche candidi angeli piangenti i soldati caduti e rappresentazioni collegate alla propaganda. Dai più grandi pittori futuristi ai disegnatori liberty fino ai più umili vignettisti, la Grande Guerra è per sempre collegata ad una iconografia multiforme che ha in comune il desiderio di suscitare sentimenti: l'orgoglio, la pietà, la paura e, infine, la gioia per la vittoria.

  • Lezioni di storia - Stagione 1 - Episodio 08

    Raoul Pupo. Dopo, vittoria senza pace

    4 novembre 1918: l'Italia è in tripudio. Rispetto al 1915 il contesto internazionale è però cambiato: gli interessi italiani si scontrano con quelli di alleati mai amici e il peso reale del nostro Paese non è assolutamente pari alle iniziali ambizioni. Prenderne atto è doloroso per la pubblica opinione e devastante per le istituzioni. La pace, alla fine, arriverà ed anche a buone condizioni; ma oramai lo stato liberale è entrato in agonia...

  • Lezioni di storia - Stagione 1 - Episodio 07

    Gustavo Corni. Italiani dalla parte del nemico

    Infidi o lealisti? Austriacanti o patrioti? Quale è stato il destino delle centinaia di migliaia di cittadini dell’impero asburgico che erano e si consideravano italiani per lingua e per cultura? Strattonati da un lato dalla propaganda irredentistica e dall’altro influenzati dalla tradizionale cultura dell’obbedienza alle regole, nell’estate del 1914 hanno risposto in larga parte al richiamo della mobilitazione. Inghiottiti dal vortice delle prime sconfitte dell’esercito austro-ungarico, la loro identità nazionale sarà poi messa a dura prova.

  • Lezioni di storia - Stagione 1 - Episodio 06

    Giulia Caccamo. Frammentazioni. Finis Austiae

    La guerra è finita. L’Impero ha perso un milione di uomini, Vienna è divenuta la capitale di un territorio dieci volte più piccolo e una monarchia quasi millenaria ha cessato per sempre di esistere. Le clausole imposte dai vincitori, tuttavia, lungi dallo stabilire una pace equa e duratura, contribuiranno ad alimentare un’instabilità politica ed economica destinata a travolgere rovinosamente l'Europa nel breve arco di due decenni.

  • Lezioni di storia - Stagione 1 - Episodio 05

    Enrico Camanni. Montagne. La guerra bianca

    Trincee, gallerie, camminamenti e vie ferrate. La Grande Guerra pone fine alla tradizionale battaglia in campo aperto che per millenni aveva caratterizzato la strategia militare. In un simile contesto la montagna diventa protagonista assoluta: nel suo ventre è disegnata la frontiera, nel suo ventre bisogna innanzitutto pensare a sopravvivere; su pareti a picco e con inverni a trenta gradi sotto zero, l’alba del nuovo giorno è già una vittoria.