Martedì 22 maggio 2018
ORE 07:00 I nuovi documentari (pt.105)

ANGELO MOTT. UN RICORDO
Attraverso le parole e i ricordi della figlia Maria Pia Paola, si tratteggia la figura di Angelo Mott. Senatore eletto nel collegio di Pergine Valsugana ricoprì importanti incarichi di Governo, fornendo un fondamentale contributo all’istituzione del Ministero della Sanità. A cura di Lorenzo Pevarello.

ORE 09:00 MAR Storia di una ferrovia (pt.2)

NASCE LA MAR
Un programma dedicato alla storia della ferrovia che ai primi del '900 collegava Mori, Arco e Riva del Garda. Nella seconda puntata emergono le paure che un progetto così mastodontico provocò negli abitanti e le conseguenti polemiche. Un format a cura di di Anna Bressanini e Martin Alan Tranquillini.

ORE 11:00 Lezioni di storia. Seconda stagione (pt.1)

ANDREA GIARDINA - ORIENTI ROMANI
Roma creò un impero mediterraneo e l’Oriente entrò a far parte del mondo romano. Ma era, e rimase sempre, un Oriente plurale, che comprendeva paesi come l’Egitto, la Palestina, la Siria, la Turchia accanto alla grecità estesa in Asia Minore, nell’Egeo e nel continente.

ORE 15:00 I nuovi documentari (pt.105)

ANGELO MOTT. UN RICORDO
Attraverso le parole e i ricordi della figlia Maria Pia Paola, si tratteggia la figura di Angelo Mott. Senatore eletto nel collegio di Pergine Valsugana ricoprì importanti incarichi di Governo, fornendo un fondamentale contributo all’istituzione del Ministero della Sanità. A cura di Lorenzo Pevarello.

ORE 17:00 MAR Storia di una ferrovia (pt.2)

NASCE LA MAR
Un programma dedicato alla storia della ferrovia che ai primi del '900 collegava Mori, Arco e Riva del Garda. Nella seconda puntata emergono le paure che un progetto così mastodontico provocò negli abitanti e le conseguenti polemiche. Un format a cura di di Anna Bressanini e Martin Alan Tranquillini.

ORE 20:30 L'ultimo anno 1917-1918 (pt.3)

LA METAMORFOSI DELLA GUERRA
Per mobilitare la società e convincere i soldati della necessità di uccidere il nemico, governi e apparati propagandistici demonizzano l'avversario dipingendolo come barbaro e animale. In realtà, la guerra risveglia istinti primordiali che trasformano gli stessi soldati in «belve assetate di sangue». Un programma di Lorenzo Gardumi.

ORE 22:00 L'ultimo anno 1917-1918 (pt.3)

LA METAMORFOSI DELLA GUERRA
Per mobilitare la società e convincere i soldati della necessità di uccidere il nemico, governi e apparati propagandistici demonizzano l'avversario dipingendolo come barbaro e animale. In realtà, la guerra risveglia istinti primordiali che trasformano gli stessi soldati in «belve assetate di sangue». Un programma di Lorenzo Gardumi.