Sabato 15 febbraio 2020
ORE 07:00 Tra est e ovest. Berlino 1989 (pt.3)

VISTO DA QUI. In questa puntata il giornalista Raffaele Crocco intreccia gli eventi del 1989 con la rappresentazione che ne diedero i media, in particolare il servizio pubblico italiano, e con la reazione dei politici di casa nostra. Un programma di Sara Zanatta.

ORE 09:00 "Che storia la storia" della settimana

LUIGI NEGRELLI
PAOLO OSS MAZZURANA
TOMMASO GAR
AGOSTINO E CARLO PERINI
GIAMBATTISTA UNTERVEGER

ORE 11:00 Le vie della pietra (pt.9)

RUMO. Alla scoperta dei paesaggi minerari di Rumo, in val di Non, entrando nelle gallerie che hanno caratterizzato la storia minerarie di questo territorio. A guidarci dentro la montagna - attraverso luoghi ancora poco esplorati - sarà Sergio Vegher, presidente e fondatore dell'Associazione Rumes.

ORE 11:25 Storie in scatola. Settima stagione (pt.14)

SCUOLA PRIMARIA PIGARELLI (parte 5). Nuove scatole e nuove storie per il programma realizzato con l’Area Educativa della Fondazione Museo storico del Trentino. Tra le chicche di queste puntate: un antico calibro, la chiave di una baita speciale e un orologio da ferroviere.

ORE 15:00 Tra est e ovest. Berlino 1989 (pt.3)

VISTO DA QUI. In questa puntata il giornalista Raffaele Crocco intreccia gli eventi del 1989 con la rappresentazione che ne diedero i media, in particolare il servizio pubblico italiano, e con la reazione dei politici di casa nostra. Un programma di Sara Zanatta.

ORE 17:00 "Che storia la storia" della settimana

LUIGI NEGRELLI
PAOLO OSS MAZZURANA
TOMMASO GAR
AGOSTINO E CARLO PERINI
GIAMBATTISTA UNTERVEGER

ORE 20:30 I nuovi documentari (pt.138)

LA NOTTE DI VAIA. Il 29 ottobre del 2018, venti a quasi 200 chilometri orari spazzarono le Dolomiti e devastarono 20 mila ettari di foreste, una superficie pari a 40 mila campi da calcio. A un anno di distanza il documentario racconta quella notte senza precedenti con voci e testimonianze inedite.

ORE 22:00 I nuovi documentari (pt.138)

LA NOTTE DI VAIA. Il 29 ottobre del 2018, venti a quasi 200 chilometri orari spazzarono le Dolomiti e devastarono 20 mila ettari di foreste, una superficie pari a 40 mila campi da calcio. A un anno di distanza il documentario racconta quella notte senza precedenti con voci e testimonianze inedite.