Sabato 01 agosto 2020
ORE 07:30 Qui e ora (pt.5)

PUNTATA SPECIALE. Il 15 giugno 2020 è stato il giorno della riapertura dei teatri: un gruppo di artisti e artiste ha organizzato una performance itinerante per le vie della città di Trento per salutare il ritrovato contatto con il pubblico e proporre uno sguardo personale sui mesi lontano dal palcoscenico.

ORE 09:00 "Battisti 16.16" della settimana

LO STUDENTE
IL GEOGRAFO
IL PROPAGANDISTA
IL POLITICO
IL SOLDATO

ORE 11:00 Le vie della pietra (pt.5)

UNA SCOPERTA INATTESA. Le vie della pietra fa tappa nella Valle del Chiese, a Darzo, alla scoperta del sito minerario delle Marigole. Qui nel 1894 alcune famiglie di imprenditori lombardi, arrivati in Trentino per cavare il ferro, scoprirono invece un filone di barite.

ORE 11:25 Storie in scatola. Settima stagione (pt.4)

SCUOLA PRIMARIA CANALE DI PERGINE (parte seconda). Nuove scatole e nuove storie per il programma realizzato con l’Area educativa della Fondazione Museo storico del Trentino. Tra gli oggetti più curiosi una lampada a carburo della miniera di Calceranica e un memoriale scritto da un “falsario”, Giovanni Battista Holneider.

ORE 15:30 Qui e ora (pt.5)

PUNTATA SPECIALE. Il 15 giugno 2020 è stato il giorno della riapertura dei teatri: un gruppo di artisti e artiste ha organizzato una performance itinerante per le vie della città di Trento per salutare il ritrovato contatto con il pubblico e proporre uno sguardo personale sui mesi lontano dal palcoscenico.

ORE 17:00 "Battisti 16.16" della settimana

LO STUDENTE
IL GEOGRAFO
IL PROPAGANDISTA
IL POLITICO
IL SOLDATO

ORE 21:00 I nuovi documentari (pt.134)

NERO E BIANCO. Un docufilm realizzato dal giornalista Paolo Tessadri racconta la storia del dottor Albino Mayom Kuel, il primo rifugiato politico-religioso in Trentino. Nato in un villaggio del Sud Sudan, si è laureato all'Università di Padova ed ha lavorato come medico all’ospedale di Ala. In seguito divenne medico di base ad Avio.

ORE 22:30 I nuovi documentari (pt.134)

NERO E BIANCO. Un docufilm realizzato dal giornalista Paolo Tessadri racconta la storia del dottor Albino Mayom Kuel, il primo rifugiato politico-religioso in Trentino. Nato in un villaggio del Sud Sudan, si è laureato all'Università di Padova ed ha lavorato come medico all’ospedale di Ala. In seguito divenne medico di base ad Avio.