Video correlati

Non ci sono video correlati.


Vuoi vedere questo video su History Lab?

L'invenzione di via Verdi. Una strada di Trento tra Otto e Novecento.

Negli ultimi due decenni dell'Ottocento, una piccola città come Trento , che contava meno di 20.000 abitanti, dà prova di un eccezionale attivismo. La costruzione dell'area di via Alessandro Vittoria, l'attuale via Giuseppe Verdi, si ispira ai principi estetici e ideali del tempo voluti da un'amministrazione comunale che lavora per dare un volto nuovo alla città. Strade che si incrociano in angoli retti, viali alberati, composizione armonica degli spazi: un ordine esterno che vuole rispecchiare l'idea di un ordine politico e culturale. La casa della musica della Società filarmonica sorge in questo clima; il palazzo dove ora c'è la Facoltà di sociologia è stato la prima scuole pubblica elementare della città; nell'edificio che oggi ospita la Facoltà di economia e commercio si studiava l'agricoltura trentina per migliorare la sua produzione; l'attuale biblioteca d'ateneo era un forno del pane; dove oggi ci sono gli uffici dell'Università di Trento si trovava un grande molino; e al posto delle aule di Giurisprudenza c'era una segheria industriale.

Lascia anche tu un commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.