12:16

La militarizzazione dei dintorni di Trento comincia dopo la cessione del Veneto al Regno d’Italia, nel 1866. Ultimati i lavori, la difesa rimane immutata fino al 1914 e al momento dell’entrata in guerra dell’Impero austroungarico, le strutture sono obsolete.La militarizzazione dei dintorni di Trento comincia dopo la cessione del Veneto al Regno d’Italia, nel 1866.

12:27

Il nuovo programma porta gli spettatori dentro l'esperienza della guerra vissuta da donne, ragazzi e anziani. Un percorso di 11 puntate che si snoda nel tempo e nello spazio, in una Trento modificata dalle esigenze del conflitto.

11:14

In poche settimane, dalla fine di maggio del 1915, Trento è completamente trasformata: due terzi dei sui abitanti lasciano la città. Nelle memorie e nei diari dei trentini, per descrivere la drammaticità dell’evacuazione, ritornano spesso le parole «esodo», «via crucis», «diaspora».

11:9

Il 24 maggio 1915 il Regno d’Italia dichiara guerra all’Impero austroungarico e il Trentino viene a trovarsi vicino alla linea del fronte. Per Trento queste giornate segnano l’inizio di un periodo nuovo: l’evacuazione del cerchio della Fortezza è progettato da tempo, le strade di accesso alla città vengono controllate dai militari.

10:19

Trento è svuotata dei suoi abitanti, ma sarebbe un errore immaginarla spopolata. Al contrario, diventa un centro di raccolta di migliaia di soldati vicini al fronte meridionale. Circa 100.000 militari, che parlano tutte le lingue dell'Impero Austroungarico, sono dislocati in città.

11:41

Un terzo degli abitanti di Trento, circa 10.000 persone, rimane in città dopo l'evacuazione del maggio 1915. Un gruppo composto da famiglie abbienti e da professionisti e artigiani che le autorità militari ritengono indispensabili per far funzionare la città. A cura di Elena Tonezzer.

11:6

La questione nazionale è vissuta dalla popolazione trentina come una questione culturale, intima, fino allo scoppio della Grande guerra, che contrappone l’Impero austroungarico al Regno d’Italia.

10:2

La popolazione del Tirolo patisce una crisi economica e alimentare che comincia nel luglio del 1914, quando la mobilitazione di massa toglie le braccia necessarie ai raccolti e alla fienagione. A Trento la situazione è particolarmente grave. Un programma a cura di Elena Tonezzer.

10:31

Per mantenere l’ordine, dal 3 agosto 1914 il diritto penale militare viene esteso anche ai civili. Vendette e invidie sono alla base di accuse che portano facilmente alla prigione. I processi si svolgono nei tribunali militari soltanto in lingua tedesca e gli avvocati sono nominati d’ufficio.

10:8

Quando i militari assumono il comando della città, il 20 maggio 1915, le scuole vengono chiuse e gli edifici utilizzati dall’esercito. La scuola diventa lo specchio della crisi economica che attraversa l’Impero: i bambini e le bambine sono impiegati per aiutare i soldati e raccogliere materie prime, condividono con i militari edifici freddi e danneggiati.