21:23

Gli anni ’90 del Novecento, per le Piccole Suore della Sacra Famiglia, si aprirono con un’interrogazione provinciale riguardante gli standard dei servizi dell’istituto. Ne scaturirono uno strascico giornalistico e uno giudiziario. Nel 1994 l’ordine religioso scelse di lasciare Lenzima.

15:47

Villa Maria ha vissuto per decenni un mutuo scambio con Lenzima. L’istituto ha dato lavoro a molte donne (le prime operatrici assunte), e ai tanti uomini che edificarono nuovi reparti per nuove necessità. Quando un paesano stava male una suora si precipitava in soccorso.

20:12

La dimensione di cura è stata tradizionalmente attribuita alle donne. Donne erano le suore, le ausiliarie e le utenti. Rare erano le figure maschili nell’istituto. Esploriamo i vissuti delle operatrici rispetto la difficile vita delle suore, i gap generazionali, le lotte per l’emancipazione e per il miglioramento della qualità del servizio. Un programma di Nicola Lott e Federico Scienza.

19:55

La sfera delle relazioni, in un istituto così affollato, con un approccio alla disabilità ben distante da quello odierno, era guidata principalmente dal bisogno di controllo.

19:1

L’istituto Villa Maria della Misericordia di Lenzima di Isera fu fondato per accogliere gli orfani della Grande Guerra; in seguito fu acquisito dall'ordine delle Piccole Suore della Sacra Famiglia ospitando, fino al 1995, centinaia di orfane, figlie illegittime e disabili, in un Italia che metteva ai margini ciò che non voleva vedere. Un programma di Nicola Lott e Federico Scienza.

19:14

Esperti ed operatrici tracciano un bilancio dell’esperienza e della storia dell’istituto che ha costituito una risorsa enorme per il territorio del comune di Isera, per le famiglie delle utenti provenienti da tutto il Nord Italia, per chi vi ha lavorato.

20:34

Le informazioni riguardanti le utenti che le suore condividevano con le ausiliarie erano esigue. La cura degli ambienti superava di gran lunga quella riservata alle ospiti. La disponibilità di ausilii e presìdi era ridotta. Anche in questo ambito la religione era incredibilmente mescolata alla cura sanitaria. Un programma di Nicola Lott e Federico Scienza.

18:28

I modelli educativi di riferimento a Villa Maria miravano al costante utilizzo del tempo in varie attività, domestiche, ludiche e laboratoriali. Lo scopo era l’incremento (o il mantenimento) delle competenze cognitive delle ospiti. La religione, tra luci ed ombre, aveva un’importanza centrale. Un programma di Nicola Lott e Federico Scienza.