30:50

La ricetta della torta di mele di Vilma è da molti anni la stessa, imparata nella cucina di un rifugio sulle sue montagne, quelle che da bambina percorreva con le mucche. Giovanna da giovane avrebbe voluto vivere in città ma, come molte altre ragazze di Lavarone, ha poi trovato lavoro nell'accoglienza turistica.

22:50

L'arte del ricamo si tramanda di generazione in generazione: è un esercizio che richiede tempo, precisione, costanza. Come nella vita, è tutto un fare e disfare.

18:58

A pochi chilometri dal Lago di Lavarone si trova il paesino di Lusérn/Luserna dove ancora oggi si tramanda l’antica lingua cimbra. Una vecchia storia racconta di una bambina coraggiosa che si avventura nel bosco dove abita una donna selvaggia.

19:58

Vivere in montagna – ricorda Maria ripercorrendo la sua lunga vita – è sempre stato faticoso. Ed è impegnativo anche oggi per Leonarda, sua figlia, che ha scelto di tornare nel paesino dei Cueli.

13:46

L'unico telefono del paese era installato nel bar di Franca, punto di riferimento per incontri e comunicazioni; Marisa è cresciuta qui, tra chiacchiere e tazzine da caffè, vedendo le donne del paese far capolino inizialmente solo dalla porta sul retro.

19:49

Quando Mirella era giovane, il tempo per mungere cinque mucche era lo stesso che impiega oggi la figlia Marisa per quarantacinque. Molte cose sono cambiate, ma non è cambiata la passione di Marisa che solo tra le sue montagne si sente veramente a casa. Questo racconto è dedicato a Mirella che è venuta a mancare alcuni mesi dopo la realizzazione delle riprese.