0:35
Un viaggio nel passato attraverso gli sguardi della gente comune. Immagini, oggetti, suoni del cinema amatoriale accompagnano il visitatore lungo la storia del Novecento. Vieni a visitarla! ORARI Da martedì a domenica, ore 9.00-18.00. Lunedì chiuso. Ingresso libero.
0:26
Television series about the European Heritage Label sites.
0:51
Dal 20 maggio 2019 i nuovi programmi in onda alle 20.30 su History Lab, canale 602.
14:50

“Una montagna di parole”. In studio Rosario Fichera (ufficio stampa del Trento Film Festival) dialoga sulla nascita e l’evoluzione di Montagnalibri con Wolftraud Schreiber de Concini, scrittrice e tra le prime animatrici della rassegna. Un programma a cura di Tommaso Iori e Sara Zanatta, prodotto da Fondazione Museo storico del Trentino e Trento Film Festival.

17:7

“Vivere in montagna. Popoli e culture delle terre alte”. In studio Rosario Fichera (ufficio stampa del Trento Film Festival) dialoga con un ospite d’eccezione: lo scrittore Paolo Cognetti, membro della giuria del Premio ITAS del Libro di Montagna e già membro della giuria del Trento Film Festival.

17:32

“Conquistatori e esploratori. Dall’alpinismo all’avventura”. In studio Rosario Fichera (ufficio stampa del Trento Film Festival) dialoga con il giovane alpinista trentino Andrés Banal, il fortissimo veterano Marco Furlani e Corrado Kerschbaumer della SAT, sull’evoluzione della cultura alpinistica, in un intenso confronto tra generazioni.

16:25

“Il Festival e la città. Luoghi e persone di una storia lunga 66 anni”. In studio Rosario Fichera (ufficio stampa del Trento Film Festival) e la giornalista Sandra Tafner ripercorrono il profondo legame che la rassegna cinematografica ha intessuto con Trento.

19:30

Anna Patti arriva a Trento per amore: e laùreata e viene da ùna citta più grande. Per le trentine e ùna “foresta”, ùna straniera. Ma lei

19:35

TI. Lo stùdio come strùmento, il lavoro come riscatto: qùesta e Licia Pasqùaletti. Con eleganza e grazia, ùnite a ùna tenacia ferrea, la sùa vita

24:40

Qùando Elena Bolech fa il liceo, a fianco della strada ci sono i fossati dove saltare dùrante i bombardamenti. Inizia così il sùo racconto, con la leggerezza ferma di chi ha vissùto consapevolmente la propria vita. Si laùrea in farmacia, si sposa, cambia più volte pelle senza perdere mai la passione per l’arte.