7:16

Viene definita economia di sussistenza: si mangia quel che si produce. Scarsi sono gli scambi e il commercio. Questo tipo di economia fu scardinata a Primiero nel secondo dopoguerra grazie ad una maggior mobilità, alle innovazioni tecnologiche e all'avvento del turismo. Questa trasformazione economica e sociale esplose negli anni '60 anche grazie all'alluvione.

6:36

Stimare i danni di un'alluvione è difficile. Per Primiero è possibile calcolare 1,5 miliardi di perdite economiche. Andarono infatti distrutte: 16 attività produttive (principalmente segherie), più di 40 abitazioni, 14 ponti principali e molti ponti secondari, chilometri di strade, gran parte delle fognature e degli acquedotti. Anche l'agricoltura subì ingenti danni.

7:45

A cinquant'anni dall'alluvione viene spontaneo chiedersi se un evento simile possa ripetersi.

8:36

Gli interventi del 1966 furono basati, almeno nei primi momenti, sull'improvvisazione generosa di singoli e di gruppi. Un momento drammatico si trasformò in un importante esempio di solidarietà. Un programma a cura di Angelo Longo; riprese e montaggio di Andrea Colbacchini.

8:6

E poi è arrivato il "boom" che ha portato alla trasformazione sociale e territoriale di Primiero. Nuovi lavori, nuove prospettive, nuove visioni del territorio. L'alluvione del 1966 diventa allora il trampolino di lancio per una “crescita” che sembra non avere limiti. Un programma a cura di Angelo Longo; riprese e montaggio di Andrea Colbacchini.

13:21

Che studente è stato Cesare Battisti? Lo possiamo immaginare nei corridoi del Liceo di SS. Trinità, un adolescente curioso e irriverente, che diventa uno studente universitario altrettanto affamato di conoscenza nelle università austriache e italiane.

13:24

ll 7 aprile 1900, un giornale tutto nuovo arriva nelle edicole trentine: è il Popolo. Il quotidiano socialista fondato e diretto da Cesare Battisti.ll 7 aprile 1900, un giornale tutto nuovo arriva nelle edicole trentine: è il Popolo. Il quotidiano socialista fondato e diretto da Cesare Battisti.

11:24

Battisti si laurea a Firenze nel 1897 in geografia: la sua tesi dedicata al Trentino è uno studio approfondito e completamente nuovo.Battisti si laurea a Firenze nel 1897 in geografia: la sua tesi dedicata al Trentino è uno studio approfondito e completamente nuovo.

12:44

Palazzo Thun, 1903: è qui che comincia la carriera politica di Cesare Battisti nelle istituzioni trentine. Ha 28 anni quando si siede per la prima volta nel consiglio comunale di Trento nelle fila del partito socialista. Nel 1911 viene eletto anche al parlamento di Vienna, proprio per rappresentare la città.

14:11

Battisti è vissuto solo 41 anni.