19:35

La famiglia Braus, come tante originarie del Tesino, apparteneva alla larga schiera di migranti che furono ambulanti e merciai, poi specializzatisi in lenti ottiche e fotografiche. Il nonno Faustino fu il primo dei Braus a transitare ad Arco e colui che consigliò al figlio Ruggero di cominciare a confezionare e a vendere gli occhiali. Nel 1929 Ruggero ottenne la licenza per vendere occhiali.

15:30

Luigi Emanuelli, nel 1870, apre ad Arco un negozio di cartoline, libri e giocattoli con annessa legatoria. Gli subentra poi il figlio Ernesto che era stato rilegatore alla corte asburgica di Vienna. Un format dedicato alle testimonianze raccolte dalle comunità: in questa serie si raccontano gli artigiani di Arco.

10:17

Un nuovo programma ripercorre la storia della ferrovia che collegava Mori Arco e Riva del Garda nei primi anni del '900. Nella prima puntata si analizza la conformazione geologica e la morfologia del terreno che la ferrovia percorreva. A cura di di Anna Bressanini e Martin Alan Tranquillini.

0:16

Otto forti austroungarici del Trentino, quindici gallerie d'arte contemporanee del Triveneto, ventotto artisti, tre musei. Sono i numeri di ArteForte, un progetto sinergico tra soggetti pubblici e privati che quest'estate ha trasformato luoghi di scontro in luoghi d'incontro. Il bilancio della prima edizione e alcuni dei protagonisti nel Lab a cura di Chiara Limelli.

15:55

Pio Angelini inizia l’attività di orologiaio nel 1948, quando gli orologi erano meccanici e si doveva costruire manualmente ogni parte con strumenti di precisione.Un format dedicato alle testimonianze raccolte dalle comunità: in questa serie si raccontano gli artigiani di Arco. Un programma di Matteo Gentilini e Alice Manfredi, realizzato in collaborazione con Mnemoteca del Basso Sarca.

18:25

Una pro loco attenta alle nuove generazioni e ai mezzi di comunicazione non tradizionali. È la pro loco Prade Cicona Zortea che per commemorare il Centenario della Grande Guerra si è affidata al mondo del comics.

14:57

Continuano i nostri Lab, alla scoperta delle associazioni e delle realtà che sul territorio si occupano di storia e memoria. In questa puntata Chiara Limelli ci porta a conoscere il Museo degli strumenti popolari di Roncegno, un museo unico nel suo genere con oltre cinquecento strumenti popolari esposti.

11:24

Al centro di questa puntata la storia di Isidoro Morandi, conosciuto ad Arco come “Doro el pitor”, che lavorò come imbianchino, e decoratore, dagli anni quaranta fino alla sua morte avvenuta nel 1984. Un format dedicato alle testimonianze raccolte dalle comunità: in questa serie si raccontano gli artigiani di Arco.

11:37

Serafino Santoni apre il suo negozio di parrucchiere in centro ad Arco negli anni quaranta e nel 1953 si ingrandisce. Le clienti arrivano infatti anche dalle valli vicine e dalle numerose case di cura presenti in quegli anni ad Arco. Un format dedicata alle testimonianze raccolte dalle comunità: in questa serie si raccontano gli artigiani di Arco.

35:2

Un itinerario in Trentino alla scoperta dei forti della Grande Guerra. Una serie di Alessandro de Bertolini e Lorenzo Pevarello, realizzata in collaborazione con il “Circuito Forti del Trentino”. Il programma questa volta ci porta nelle Giudicarie. Con interviste e materiali dell'Archivio della Fondazione Museo storico del Trentino.